logotype
logotype

STEFANIA FUSS : IL CURRICULUM E IL CAMMINO

STEFANIA FUSS

CHI È

Danzatrice, coreografa, regista veronese, Stefania Fuss studia danza con maestri di fama nazionale e internazionale come Matt Mattox, Frey Faust, Monica Francia, Valter Venditti, Dominique Dupuy. Incontra inoltre Maurice Bejart, Sasha Waltz e la Compagnia Preljocaj.

Nel 1994 fonda la compagnia danza “Stefania Fuss”, partecipando a rassegne per giovani coreografi a Roma e a Milano (Teatro Comuna Baires, Teatro Smeraldo). Mette in scena diversi spettacoli, da ” Lettere a Giulietta” (1994) “Borges e la metafisica” a “Tango”, fino a ” Variazioni contemporanee di fine millennio” presso la sala Maffeiana, spaziando dal jazz, al classico, al contemporaneo. Artista impegnata, nei suoi lavori tratta temi intensi, quali: i lager nazisti, la figura femminile, al Paradiso di Dante, la difesa di Marezzane.

Collabora anche con don Mazzi coreografando lo spettacolo “Danza contro la droga” e il Musical “Abele è vivo!”. Accanto ad artisti quali il cantante Franco Fasano, circuita sul piano nazionale danzando in teatri quali Piccolo Teatro – Teatro Strehler di Milano. Esegue parti degli spettacoli in programmi su Rai 1 Rai 2 Rete 4.

Nel 2001 la svolta: abbraccia la danza sacra e inizia un nuovo percorso, danzando non solo nei luoghi sacri (Terra Santa compresa), ma anche alle manifestazioni, negli ospedali, in carcere.

 

IL SUO PERCORSO

Stefania Fuss realizza numerosi spettacoli e coreografie: “Lettere a Giulietta” (1995), “Tango” (1997), “Borges e la metafisica”(1998),”Sinfonia Popolare per mille chitarre” un’ opera musicale di Franco Mussida (PFM) Piazza Duomo Milano 1998, “Variazioni contemporanee di fine millennio”(in collaborazione con il Conservatorio di Musica di Verona,1999), “Progetto musica e danza “ (2000), “Julia Butterfly Hill” (2000-2002). Nel 2004 mette in scena “L’anima presenta le arti” al teatro Camploy. A settembre dello stesso anno esegue una coreografia durante la commemorazione degli ex internati nei lager nazisti, davanti al monumento di Balconi di Pescantina; per tale intervento il 27 settembre 2004 riceve il ringraziamento e apprezzamento scritto da parte del Comune di Pescantina e della cittadinanza presente. (Visualizza Allegato 1 - Allegato 2) Seguiranno altri interventi danzati nello stesso sito nel 2005 e nel 2006 ispirati ai testi di Etty Hillesum, Papa Giovanni Paolo II e Madre Teresa di Calcutta.

Nel 2006 è invitata a esibirsi al Palasport di Verona in occasione dell’annuale Meeting Giovani.

Nel 2006 è assistente alla regia durante il festival lirico areniano.

Per la festa della donna del 2007 idea, coreografa e interpreta lo spettacolo “Della Donna l’Essenza” (a

Bure), in cui la figura di Ildegarda di Bingen, Emily Dickinson, e Alda Merini danno vita alla ricerca della profondità femminile, tra danza e parole.

Nell’ottobre 2008 partecipa all’evento “Sentieri nell’Arte” a Gargagnago con un estratto dallo spettacolo “Julia Butterfly Hill, la ragazza sull’albero”.

Nel giugno del 2009 mette in scena a Forte Gisella “Vergine Madre”, ispirato agli ultimi due canti del Paradiso della Divina Commedia di Dante Alighieri.

Si impegna il 6 marzo 2011 a sostegno della difesa di Marezzane(Verona), eletto il “Luogo del cuore” dal Fai, insieme a diversi artisti, al teatro di S. Pietro In Cariano.

Partecipa da anni, come Scuola di danza, alla Rassegna veronese, “ I colori della danza”, presentando numerose coreografie quali:” Beautifull Jazz, Light Frak, Youth, The Ball, Ragazze in città, Sulla Riva, Deserto..etc”

 

LA SVOLTA

È nel 2001 che il cammino artistico di Stefania prende una strada nuova. Con “La Natività Annunciata” entra nel mondo dell’arte sacra. Il 2002 è l’anno di “Fuoco Biblico” e, su invito del Vescovo di Verona Flavio Roberto Carraro, realizza la coreografia “Sinodo”, in occasione dell’appuntamento ecclesiale diocesano.

Nel 2003 mette in scena “La Donna e il drago”, e “ Madre del Pane” nel 2005. Nel maggio dello stesso anno prende parte all’evento di chiusura del Sinodo veronese, con coreografie su musiche di mons. Marco Frisina, di cui in seguito interpreta l’oratorio sacro Santa Margherita da Cortona al primo Festival di musica sacra nella città umbra. A Roma, nell’aprile 2006, collabora alla rappresentazione “Guarda Fisso al Cielo” eseguendo delle coreografie. Il rapporto con la capitale si intensifica grazie alla partecipazione, per parti danzate, all’ oratorio sacro “Ruah-Il vento di Dio”, su musiche di Fedele Amato, che esegue la prima volta nel 2007 nella chiesa di S.Silvia. Lo spettacolo è riproposto a luglio nel teatro Signorelli di Cortona, con il coro Santa Silvia e l’orchestra Sorella Musica di Roma, quindi al Pontificio Seminario Maggiore in occasione del decimo anniversario della morte di Madre Teresa di Calcutta. “Ruah verrà messo in scena anche nel 2008, a Santa Silvia e nella parrocchia dei SS.Quirico e Giuditta ai Fori imperiali, e nella basilica di Sant’Anastasia, nel 2010 di nuovo a Santa Silvia.

Per il quarto “Festival di musica sacra” di Cortona nel 2007 esegue “Madre del Pane”, che ripropone il 30 agosto durante la Novena della Madonna del Popolo al Duomo di Verona. Il 22 dicembre mette in scena “La Natività Annunciata” all’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Verona. Il 19 luglio 2008 anima la Giornata Mondiale della Gioventu’, presso il Seminario Maggiore Minore di Verona. 20 settembre :realizza la coreografia ispirata al carisma di suor Maria Vincenza Poloni, in Duomo, durante la Veglia per la beatificazione della religiosa veronese. In autunno 2008 realizza la rappresentazione sacra “Per raggiungere il cielo”.

Nel gennaio 2009 crea, su invito della Famiglia Comboniana nuove coreografie ispirate al carisma di San Daniele Comboni: nella chiesa di San Pietro Apostolo a Verona, in collaborazione con il maestro Emanuele Breda, lo scultore Marco Danielon, la poetessa Elisa Kidanè, mette in scena “Orme nel cuore dell’Umanità”.

In maggio al Teatro Camploy è regista, coreografa e danzatrice della rappresentazione di danza-musica-teatro “Cuori grandi, cuori grandi”, ispirata alla vita e missione di Santa Maddalena di Canossa, su invito della Famiglia Canossiana, che vede la partecipazione della Compagnia Danza Teatro, il Coro Santa Cecilia di Ca di David, accompagnato da una ensemble di archi. Primavera 2009, presso il Monastero di Sezano(VR) partecipa come danzatrice coreografa e compagnia di danza, alla manifestazione “L’acqua e le Religioni”.

L’evento vede la partecipazione di alcuni capi religiosi di Verona.

2010, Duomo di Verona, Stefania viene incaricata di “mettere in scena” la Via Crucis del Venerdì Santo presieduta dal Vescovo Giuseppe Zenti. Nella chiesa di San Gaetano, Pastrengo (Verona), esegue l’ 7 agosto 2010 “Tracce d’amore”, ispirato alla vita di San Gaetano Thiene. Il 7 settembre, coreografa, per la veglia alla festa della Madonna del Popolo, l’antico Inno sacro bizantino a Maria, Akathistos.

Il 9 settembre 2011, per il ricordo dell’Incoronazione della Regina del Garda, esegue la sacra rappresentazione “Madre del Pane” nel Santuario della Madonna del Frassino, e il 5 febbraio 2012, per gli 80 anni del Vescovo emerito Padre Flavio Roberto Carraro, danza durante la messa nella chiesa dei Frati Cappuccini del Barana (Verona). Il 22 luglio partecipa al Capitolo ordinario delle suore Sacra Famiglia a Castelletto di Brenzone (Verona), sottolineando con la danza alcuni momenti cruciali della celebrazione, presieduta dal Vescovo di Verona Giuseppe Zenti.

L’11 febbraio 2013 danza all’ospedale di Negrar per “La giornata del malato”. Il 24 maggio nella chiesa di S.Domenico Savio a Verona, mette in scena “Sedes Sapientiae”, ispirato all’azione salvifica della donna nel Vecchio Testamento e replicato poi nella Pieve Romanica di San Giorgio di Valpolicella. Il 1 settembre danza nella chiesa delle Pie Madri della Nigrizia a Santa Maria in Organo durante la celebrazione in memoria di suor Maria Giuseppa Scandola.

Il 26 settembre al 3 ottobre 2013, danza in Israele e in Palestina.

Il 13 ottobre, in occasione del Capitolo generale, danza a Roma nella casa generalizia Comboniana e il 20 nella chiesa di San Giorgio di Valpolicella danza “Vergine Madre” in occasione della rassegna dedicata a Dante Alighieri “Il Bosco Divino 2013”. Il 17 novembre crea coreografie e danza come solista nell’Oratorio Sacro “Dio Solo” de “Il Fedele Amato” in occasione del Capitolo Generale Internazionale Canossiano a Roma nella chiesa di S. Maddalena di Canossa a Ottavia.

A febbraio 2014 esegue alcune parti danzate su musica per arpa durante una conferenza dedicata al tema dell’Infanzia, presso la chiesa di S. Pietro in Archivolto a Verona. IL 15 marzo nel Cortile del Tribunale esegue una performance “Anima nell’Anima “ accompagnando il vernissage della pittrice Laura Bodini Baldo e il 23, in seguito al primo viaggio in Terra Santa, alla Casa di Riposo di Pescantina, mette in scena “Meditazione sulla Tenerezza”. Il 19 aprile anima la Veglia Pasquale presso il Monastero delle suore Clarisse Cappuccine di Brescia. 1 maggio replica con la danza l’oratorio sacro “Dio Solo” a Ottavia, Roma.

17 maggio, Cattedrale di Verona, è invitata a danzare per il C.I.F. di Verona in occasione della conferenza “Rigenerare la vita Coltivare la Speranza” presso la sala Museo Chiostro dei Canonici. Il 16 settembre, danza durante la messa presieduta dal Vescovo emerito Flavio Roberto Carraro, in occasione della Consacrazione della chiesa di Torreglie (PD) e dei lavori eseguiti da Arte Poli. 20 settembre. In occasione dell’ arrivo dalla Nuova Zelanda della nipote diretta di Suor Teresa Grigolini Cocorempas, Stefania è invitata a danzare durante la celebrazione in memoria della Suora Veronese, presso la suore comboniane del Cesiolo.

25 settembre -3 ottobre 2014 : secondo viaggio in Terra Santa. Danza in Israele e Palestina.

Il 23 novembre, 150 ° anniversario della Comunità Canossiana di Santo Stefano. Stefania danza in cattedrale di Verona durante la messa celebrata dal Vescovo Giuseppe Zenti e il 30 in occasione della Giornata di ringraziamento della Famiglia Canossiana- Nuova Primavera, mette in scena a S.Fidenzio “ Ore 20, alla Madonna del Popolo”. Il 7 dicembre viene invitata a inaugurare il tradizionale Presepe al Ponte di Veja (VR), con la danza del “Magnificat”. Il 19 nella cattedrale di Verona esegue “Passo a due con Gesù Bambino”.

14 gennaio 2015 È invitata alla trasmissione di Tele Pace, La bellezza che resta. 27 marzo apre la Via Crucis a Settimo di Pescantina con la coreografia “Passione Secondo Matteo” su musiche di Bach. Il 3 aprile è invitata a eseguire alcune coreografie ispirate alla Passione di Cristo durante la Via Crucis di Bardolino. 29 maggio, esegue Madre Fiducia Nostra presso la chiesa di Settimo in occasione della conclusione del mese mariano. 30 maggio e 19 giugno è invitata a danzare presso la chiesa di Mambrotta a Verona, durante gli incontri di spiritualità ispirati a Suo Teresa Grigolini. 17 giugno danza e incontro con i docenti di Scuole Aportiane in Battistero sul tema della “Misericordia” “La Misericordia nella danza sacra”.

16 agosto esegue una danza sacra nella chiesa di Bosco Chiesanuova durante la S.Messa in memoria di Suor Giuseppa Scandola, comboniana. 30 agosto, esegue la coreografia sacra “Fiamma”, presso le Pie Madri della Nigrizia presso S.Maria in Organo in occasione della S. Messa celebrata dal Vescovo Giuseppe Zenti, in memoria di Suor Giuseppa Scandola. 26 ottobre, presso le Suore Clarisse Capuccine in Verona anima una serata preghiera in memoria di Suor Teresa Grigolini, comboniana. 31 ottobre, realizza e danza nuove coreografie su musica per organo di J.S.Bach eseguita dal M. Stephan Gstrein, presso la chiesa di Calavino di Trento in occasione della Rassegna I Suoni del Tempo nella Valle dei Laghi.

20 dicembre, presso chiesa S. Martino B. Albergo esegue alcune coreografie ispirate alla Vergine Maria.

24 dicembre, esegue una danza in apertura della Messa di Natale presso la chiesa di Settimo, Pescantina.

3 gennaio 2016 tiene un corso a Barbarano Vicentino in merito alla gestualità nell’affettività. 24 gennaio chiesa di Prun (Vr), esegue nuova coreografia sacra ispirata a S.Paolo. 29 gennaio, alla chiesa di Mambrotta, è invitata a realizzare ed eseguire nuove danze sacre ispirate alla vita di Suor Teresa Grigolini “Donna calpestata, sentiero di vita”.

4 febbraio presso la chiesa della Casa Madre delle Suore Piccole figlie di S.Giuseppe anima con alcune danze, una preghiera di ringraziamento per 84 esimo compleanno del Vescovo emerito Flavio Roberto Carraro

6 febbraio è invitata a danzare presso Casa Betania, Pfsg.

In diverse occasioni anima veglie natalizie e pasquali ed altre celebrazioni importanti per la chiesa di Verona, anche in meditazioni danzate del rosario. Si esibisce inoltre in contesti non religiosi, come il carcere di Montorio, gli ospedali cittadini e case di riposo.

A novembre 2016, Stefania Fuss riceve riconoscimento dal Vescovo emerito Padre Flavio Roberto Carraro (Visualizza Riconoscimento)
 

L’INSEGNAMENTO E I CORSI

Stefania Fuss, insegnante di danza e educatore posturale, tiene corsi di danza prevalentemente a Verona, dal 1990 circa. Ha insegnato dal 1997 al 2000 presso la” Bernstein School of Musical Theatre “di Bologna, scuola di avviamento professionale al Musical. Ha tenuto stage di danza e seminari di Dinamica Corporea e corsi di danza presso Sporting Club Arbizzano (VR), presso la Scuole di II grado (Istituto Carlo Anti, Istituto Sanmicheli, Istituto Superiore di Bardolino), presso Conservatorio Di Verona “Felice Dall'Abaco”, in alcune palestre di Verona e provincia.

Dal 2007 al 2016, tiene corsi sulla corporeità nell’affettività, a Barbarano Vicentino, per il corso “Costruire l’amore”.

Tiene corsi di danza presso la scuola primaria e scuola dell’infanzia.

Al palasport di Verona tiene corsi di danza suddivisi per livelli e per età, anche per adulti principianti.

Una curiosità: nel 2014, Stefania Fuss è stata interpellata nel campo della ginnastica artistica, per la preparazione a gare di una giovane atleta veronese, che ottenuto il massimo del punteggio in espressività artistica. 

 

AGGIORNAMENTI

A settembre 2016 esegue danze sacre a San Giovanni Rotondo in Puglia presso il Santuario dedicato alla figura di San Padre Pio da Pietralcina.

A dicembre 2016  danza sacra a Bolzano (Tn)

19 maggio 2017 mette in scena una rappresentazione Mairana a favore del Centro Clinico Nemo –Ricerca sulla SLA,  presso l’ antica chiesa di Oliosi (Vr).

Dal dicembre 2017 a settembre 2018  è richiesto l intervento artistico di Stefania Fuss allo scopo di  inaugurare le Vernissage  “ I colori  che sento”  di Sofia Ines Musumano, artista  sordo muta (16/12/17 Biblioteca Cavaion (Vr), 9/3718 Biblioteca Affi (Vr) “Le Età delle Donne”, 22/9/18 Biblioteca di Negrar Vr).

24/12/2017  danza la Veglia di Natale presso la chiesa di S. Martino B.Albergo (Vr).

3/01/2018 danza presso il Santuario Madonna di Lourdes di Verona.

03/02/2018 danza a Casalmaggiore (Cr) per la Giornata per la Vita.

10/07/2018 presenta Arte e Spiritualità  presso la Chiesa de La Sorte (Vr).

11/08/2018  è chiamata a danzare il Transito di Santa Chiara D’Assisi  presso il Convento delle  Clarisse di Verona.

09/09/2018  presenta una nuova coreografia dal titolo “ Caterina,  ascolta!” , ispirata allo scambio epistolare tra la nipote Caterina e Suor Maria Giuseppa Scandola , Comboniana.

22/09/2018  esegue una danza sacra presso l’Antico  Santuario Madonna della Pieve in memoria di San Padre Pio da Pietralcina.

12/10/2018  esegue nuove coreografie presso il  Santuario Madonna della Pieve a Colognola ai Colli (Vr), ispirate al libro di Susy  “ Il Dono della Vita “.

16/05/2019  coreografa e danza musiche  e testi di Vasco Rossi e Tematiche Mariane per una platea di adolescenti e genitori ,  presso il  Teatro di Lugagnano (Vr).

07/06/2019 presenta la nuova rappresentazione dal titolo  “Tra terra e cielo” presso l’antica chiesa di Oliosi (Vr). 

 

 

Copyright 2017 - 2021 StefaniaFuss.it - Designed by ViscoWorld Studios - Tutti i Diritti Riservati

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta la nostra Informiva Privacy.